Archivi categoria: Sanità pubblica

“CURATI DI CURARMI”! – Medicina difensiva

medico

TITOLO: “CURATI DI CURARMI” – Piccoli rimedi alla medicina difensiva

OBIETTIVO DELLA PROPOSTA: Riduzione della medicina difensiva mediante introduzione nelle strutture sanitarie di sistemi di Risk Management con a capo primari Risk Manager. Sistema di responsabilità diretta della struttura sanitarie e NO BLAME PARZIALE per i medici.

OGGETTO:

  • SISTEMA DI RIVALSA DIRETTA SOLO NEI CONFRONTI DELLE STRUTTURE SANITARIE COPERTE DA FONDI REGIONALI AD HOC (pubblici e privati-banche- compagnie mutualistiche partecipate dagli ospedali) + SISTEMA NO BLAME ossia di non responsabilità diretta del medico, il quale risponde solo nei casi di dolo o colpa grave (quando la struttura del SSN si rivale su di lui) accertata sulla base del parametro di difficoltà dell’intervento
  • SISTEMA DI RISK MANAGEMENT negli ospedali e nelle strutture pubbliche e private convenzionate: controllo e mappatura delle aree di rischio per migliore gestione delle stesse e prevenzione dei casi limite o dei casi ricorrenti.
  • MODIFICA DELLA ATTUALE LEGGE BALDUZZI: introduzione di confini precisi per il concetto di colpa grave e rispettivamente di colpa lieve (giustamente depenalizzata!) e chiarimento della natura contrattuale o extracontrattuale della responsabilità del singolo professionista, con relativo chiarimento sui tempi di prescrizione.
  • PATENTINO BONUS-MALUS i medici e TETTO MAX AI RISARCIMENTI: i medici pur rispondendo solo nei casi limite di rivalsa della struttura sanitaria, potrebbero essere dotati di una specie di assicurazione bonus-malus che va in compensazione ogni 3/5 anni e li costringe a risarcire, ove in Malus al momento del saldo, quanto in eccedenza rispetto al bonus.

Chiaramente questo esclusivamente per la responsabilità civile in una logica di prevenzione della medicina difensiva. Il penale resta immutato salvo LIMITI PRECISI ALLA COSTITUZIONE PARTE CIVILE NEL PROCESSO PENALE!

COSTI – BENEFICI STIMATI: La medicina difensiva pesa OGGI 10 MILIARDI DI EURO ALL’ANNO sul bilancio pubblico. I risultati attesi porterebbero ad un risparmio di circa il 20% all’inizio e poi a salire!

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...Loading...