LA “TOGLI PUNTI”! – Responsabilità dei magistrati

giudice1

 

TITOLO:   Patente a punti per i magistrati!

OBIETTIVO DELLA PROPOSTA: Rispettare  l’indipendenza dei giudici sotto il profilo della loro discrezionalità, garantendo ai medesimi serenità nel giudizio ed ai cittadini che chiedono giustizia la garanzia che la diligenza del giudice sarà valutata sulla base di un patentino di valutazione a punti!
Evitiamo la “giustizia difensiva” dopo i pericoli che vediamo essersi prospettati dopo la purtroppo ben nota “medicina difensiva”!

OGGETTO: Il monte punti sul patentino si rinnova ogni 10 anni e, i punti residui si accumulano con i nuovi!  I punti verranno detratti soltanto a seguito di giudizio disciplinare terminato con accertata responsabilità del magistrato.
Il cittadino, invece, potrà vedersi riconoscere immediatamente in sede civile, se ottiene ragione, un risarcimento dallo Stato, il quale però non si rivarrà immediatamente sul magistrato responsabile, ma tramite il meccanismo del patentino a punti potrà instaurare con il giudice un rapporto di compensazione DEBITO(torto nel giudizio)/ CREDITO (punti accumulati)!
Solo a fine carriera il rapporto di compensazione verrà liquidato in attivo o in passivo, a seconda della diligenza del singolo magistrato!

COSTI – BENEFICI STIMATI: L’idea di garantire la serenità e libertà di valutazione del magistrato è fondamentale ad evitare la “giustizia difensiva”!! Ma al contempo serve ai cittadini una garanzia che gli operatori della giustizia agiscano con senso di responsabilità, professionalità e diligenza nei giudizi!

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (1 votes, average: 4,00 out of 5)
Loading...Loading...

3 pensieri su “LA “TOGLI PUNTI”! – Responsabilità dei magistrati

Rispondi a Elly Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>